Abbondanza, quadricromia, risoluzione: sono solo alcuni dei termini del lessico della stampa, alcuni ormai noti ma altri molto meno. Chiunque abbia avuto la necessità di richiedere una stampa sarà probabilmente entrato in contatto con alcune di queste parole.

Ecco un glossario con i principali termini, in continuo aggiornamento e con eventuali approfondimenti.

Abbondanza di stampa
Si tratta di un margine di qualche millimetro che viene aggiunto sui lati della composizione da stampare, per evitare che in fase di taglio e rifinitura del prodotto stampato possano verificarsi errori. E’ utile sopratutto quando sono presenti elementi grafici vicini al bordo del foglio. Per la stampa su carta l’abbondanza è di circa 2 mm.

Al vivo
Stampa “a smargine”, ossia che va oltre l’area di taglio del foglio e si estende fino al bordo della pagina stampata, occupandone l’intera superficie.

Allineamento a bandiera
Quando un blocco o una intera pagina di testo non sono “giustificate” ma allineate solo da un lato, si parla di “bandiera”. L’allineamento a bandiera può essere a sinistra o a destra.

CMYK
CMYK è l’acronimo di Cyan, Magenta, Yellow, Key Black (Ciano, Magenta, Giallo e nero), il sistema di colore standard utilizzato dalle stampanti sia da ufficio sia offset. Per approfondire: https://fotolitofram.it/come-gestire-colori-stampa

Crocini di taglio
Il crocino è un segno grafico convenzionale che indica allo stampatore il corretto allineamento dei contenuti e lo guida nel taglio della carta per la rifilatura. Viene inserito in automatico dai software specifici per l’impaginazione e poi riportato sulle pellicole di stampa.

DPI
Acronimo di “Dot Per Inch” (punti per pollice), utilizzati per definire il livello di risoluzione di una immagine stampata. Maggiore è il numero di punti, migliore è la risoluzione. Le attuali tecnologie di stampa permettono di ottenere una risoluzione di almeno 300 dpi anche con le normali stampanti per PC.

Esecutivo
È il file definitivo, pronto per andare in stampa.

Font
Il file del carattere tipografico, che incorpora tutte le caratteristiche necessarie per farlo funzionare (carattere e glifi).
Per approfondire: https://fotolitofram.it/storia-font/

Grammatura
E’ il peso della carta espresso in grammi e riferito all’area di un metro quadro. Si tratta di una caratteristica diversa dallo spessore del foglio, che dipende invece dalla presenza di una maggiore o minore fibra di legno e dalla lavorazione.

Lastra di stampa
La lastra tipografica o lastra offset è il supporto che viene utilizzato nei processi di stampa offset per trasferire l’inchiostro su un supporto di caucciù che a sua volta lo trasferisce per contatto sulla carta. Le lastre sono solitamente in alluminio con un lato ricoperto da un materiale fotosensibile o a base polimerica. Una macchina utilizza tante lastre quanti sono i colori che dovrà andare a stampare.

Pantone
Ideata negli anni ’50 dall’omonima azienda, il sistema Pantone è una dettagliata classificazione dei colori attraverso codici univoci, organizzata in un catalogo che dai 1.144 colori standard è in continuo aggiornamento. Per approfondire: https://fotolitofram.it/come-gestire-colori-stampa/

Plotter
Il plotter è un macchinario specializzato nella stampa di supporti di grande formato. Oltre a stampare a colori, esistono tipologie di plotter che possono addirittura ritagliare (plotter da taglio).

Quadricromia (stampa in)
La stampa a 4 colori, utilizzando il modello colore CMYK (Cyan, Magenta, Yellow, Key Black). Per approfondire: https://fotolitofram.it/come-gestire-colori-stampa.

RGB
RGB è l’acronimo di Red Green Blue (rosso, verde e blu) e si riferisce al sistema di colore utilizzato per la visualizzazione dei colori sul monitor di un computer. Per approfondire: https://fotolitofram.it/come-gestire-colori-stampa/

Risoluzione delle immagini
La risoluzione indica il grado di nitidezza e precisione del dettaglio di una immagine. Viene espressa in dpi. Per la stampa è necessaria una risoluzione minima di 300 dpi per ottenere un’ottima qualità.

Stampa digitale
Procedimento di stampa che permette di riprodurre immagini e testo attraverso processi elettronici e di trasferirli direttamente sul supporto da stampare.

Stampa offset
Procedimento di stampa indiretto perché l’immagine e/o testo da stampare vengono trasferiti da una matrice su un cilindro ricoperto di telo gommato e poi impressi sul supporto di stampa. E’ il procedimento di stampa attualmente più diffuso e permette di stampare ad alta definizione, oltre che su carta, anche su materiali come cartone, legno, metallo, ecc.